Come scegliere il giusto essiccatore per alimenti

Saper scegliere il giusto essiccatore non è per nulla facile, in particolare se non si è molto esperti.

Tipologie di essiccatori.

Innanzitutto occorre considerare che ci sono due tipologie di modelli: verticale ed orizzontale. La diversità fra i due tipi è rappresentata dalla tipologia di essiccamento che è legato da dove è posizionato il motore dell’elettrodomestico. Ovviamente ci sono sia punti di forza che punti di debolezza.

Gli essiccatori presentano due tipologie di tecnologie a seconda di come è  l’orientamento del flusso dell’aria, pertanto c’è la tecnica orizzontale, che è molto più veloce ed è in grado di riprodurre in modo più vicino la procedura di naturale essiccazione, pur trattandosi di un elettrodomestico. La tecnologia verticale invece prevede, vari tipologie di essiccazione a seconda di come sono stati riposti gli alimenti sui diversi cestelli. Si disidrateranno in anticipo gli alimenti posti laddove c’è aria calda, invece meno quelli che sono più lontani.

Analizzando bene i due tipi di elettrodomestico a seconda soprattutto a come avverrà l’erogazione dell’aria. Gli essiccatori dotati di tecnologia verticale si caratterizzano perchè è la fonte di calore che va a ventolarla ed è collocata su uno dei due lati dell’apparecchio. Il medesimo lato, quindi. Tali due elementi è possibile trovarli sulla base dell’elettrodomestico oppure sul coperchio: quindi il calore sarà emesso in modo verticale.

Tali prodotti permettono di poter scegliere man mano la distribuzione dei cibi nell’apparecchio pur risultando maggiormente complicati da igienizzare. Sia parti di determinati alimenti che i liquidi potrebbero precipitare verso il basso, finendo sulla ventola, dunque, un problema per  poter eliminare le tracce di sporco. Potrebbe pure capitare, quando l’aria parte dal basso e va a raggiungere il lato superiore dell’apparecchio, che l’umidità giunga fino agli scomparti che sono più alti, andando a creare problematiche all’essiccazione degli alimenti che sono più lontani dalla fonte di calore.

Se si sceglie un essiccatore dotato di tecnologia verticale è bene evitare di caricare molto i ripiani che sono collocati nella parte inferiore dell’elettrodomestico.

Il problema non si verifica pur avendo un essiccatore verticale, ma quando la fonte di calore  va nella zona alta dell’apparecchiatura, e allora sul coperchio. In tali casi saranno minori anche i disagi che derivano dalla pulizia dell’elettrodomestico.

Lo svantaggio di un essiccatore verticale è dato dalla differente propagazione dell’aria calda: il calore, dunque non sarà distribuito in modo omogeneo in ciascun scomparto. Gli alimenti che saranno posizionati sui vassoi nei pressi della fonte di calore, si essiccheranno in modo più rapido a differenza degli altri.

Sul sito www.essiccatoriperalimenti.it ulteriori approfondimenti ed utili informazioni a riguardo.