Meglio una grattugia elettrica o manuale?

Non solo formaggio. Le grattugie servono a molto altro, sono tanti infatti i piatti che richiedono ingredienti grattugiati, sia dolci che salati. Le grattugie tradizionali, disponibili anche nelle varianti di parallelepipedo a 4 facce sono adatte ad ogni utilizzo, si prestano a tutti gli usi e costano molto poco, a meno che non si cerchino modelli fatti con materiali di qualità superiore. Uno dei principali vantaggi delle grattugie manuali è quello di non richiedere la corrente elettrica, pertanto possono essere usate anche fuori di casa, in occasione di un picnic o in campeggio.

C’è, però, un ‘ma’ da considerare che riguarda la fatica fisica richiesta da un modello manuale, che invece la grattugia elettrica risparmia, in quanto può grattugiare anche gli alimenti più duri e consistenti senza il benché minimo sforzo, soprattutto se si ha bisogno di grattugiare grosse moli di prodotto. Mentre, quindi, la grattugia a mano può essere usata e portata ovunque, anche in luoghi non serviti dalla corrente, quella elettrica richiede la presenza di una presa di corrente. Detto questo, la grattugia ‘tipo’ è quella che fornisce al momento una bella spolverata di parmigiano o pecorino, altro che buste confezionate, il formaggio va grattato sul momento per conservare aroma e sapore, di qui la necessità di una buona grattugia. La più diffusa resta quella a mano, facile da usare, pratica ed economica. Si può usare in due modi.

Nel primo si colloca la grattugia in un piatto o vassoio dove confluisce l’ingrediente grattugiato, tenendola saldamente in mano per non disperdere il prodotto. L’utensile consta di due estremità che devono formare un angolo di circa 45 gradi, a quel punto si inizia l’operazione strofinando avanti e indietro con forza il formaggio o altro ingrediente sulla superficie della grattugia. Esistono anche dei modelli semi-manuali attivabili a manovella che si gira con forza facendo cadere una cascata di formaggio sul piatto. A differenza di quella manuale, la grattugia elettrica ‘polverizza’ il formaggio in automatico, funziona a batteria e l’unico inconveniente è che, non avendo molta potenza, si ‘impalli’ se va sotto stress per via di pezzi troppo duri o formaggi stagionati. Tutto sul tema nella sezione domande frequenti sulle migliori grattugie elettriche.