Tritatutto, cosa non deve mancare nei migliori modelli

Per preparare un soffritto coi fiocchi o altri preparati che richiedono ingredienti sminuzzati non c’è niente di meglio del tritatutto. Pratico e funzionale, questo pratico utensile da cucina è in grado di triturare a pezzettini le verdure per il minestrone o i tagli di formaggio stagionato, come tantissimi altri alimenti, fino alla frutta secca come mandorle e noci da utilizzare nella preparazione dei dolci. Il tritatutto fa parte della famiglia dei piccoli elettrodomestiche che rappresentano un prezioso aiuto in cucina, che ci fa ottenere grandi risultati senza il minimo sforzo e senza inutili perdite di tempo. Ma come fare a scegliere il miglior tritatutto sul mercato?

Chi non conosce questo apparecchio e le sue doti, può scoprirlo facendosi ‘illuminare’ da siti tematici come questa pagina densa di notizie e consigli utili sui tritatutto o andando a rovistare negli archivi telematici o nei forum digitali dove si possono trovare agevolmente pareri e recensioni su questo o quel prodotto. Nell’acquisto di un buon tritatutto bisogna fare attenzione a non fare confusione, in quanto c’è chi lo confonde con altri apparecchi di uso domestico. Il tritatutto trita, lo dice la parola, non frulla, omogeneizza o impasta, per questo ci sono altre macchine come i robot da cucina, i frullatori a immersione o le impastatrici. A ognuno il suo. Il tritatutto, per accontentare le aspettative di chi lo compra deve avere una potenza sufficiente ad ottenere prestazioni soddisfacenti, a seconda dell’impiego voluto.

Se si è vegetariani, ad esempio, non servirà un tritatutto con una potenza superiore in grado di trattare alimenti più consistenti come carne e pesce, per frutta e verdura basterà un modello di bassa potenza, al contrario se si deve tritare della frutta secca servirà un motore più performante. Anche gli spazi dettano legge, nel senso che in ambienti ristretti si opterà per un apparecchio compatto a filo, altro discorso se il tritatutto dovrà soddisfare il fabbisogno di una famiglia numerosa. Fondamentale in questo pratico utensile è la qualità delle lame, di basilare importanza in quanto il suo funzionamento si basa proprio su quelle. Le migliori sono in acciaio inox, a garanzia di resistenza e qualità del taglio.